Articolo 1

E’ costituita una Associazione Culturale denominata “SCUOLA SYLVESTRO GANASSI” con sede in Roma, via Col di Lana n. 7.

Articolo 2

La durata dell’Associazione è fino al 31.12.2050.

Articolo 3

L’Associazione è apolitica, a carattere volontario e non ha finalità di lucro. Essa per scopo si propone:

  • di promuovere ed incoraggiare, in Italia e nel mondo, le attività didattiche musicali in genere e l’educazione musicale di base, favorendo la sperimentazione e lo sviluppo di tecniche particolari e specifiche;
  • favorire la pratica della musica antica, promuovendone la conoscenza attraverso l’attività didattica, concertistica, seminariale e l’incentivazione di tutte quelle iniziative che ne possano sviluppare la diffusione;
  • promuovere scambi di esperienza e di attività con persone, istituzioni ed analoghe associazioni;
  • il tutto anche al fine di sollecitare la partecipazione popolare, l’impegno civile e sociale, senza distinzione di ideologia e di Popoli.

L’Associazione potrà partecipare quale socio in altre associazioni o enti similari aventi scopo analogo o di carattere sociale ed umanitario.
L’Associazione intende convogliare intorno ad essa energie sane e costruttive, dando la possibilità di acquisire nuovi spazi di attività ed occasioni di incontro, scambio e lavoro agli associati.
Al centro dell’attività dell’Associazione si pongono la formazione anche professionale, l’avviamento al lavoro dei giovani, lo studio, la ricerca, il dibattito, le iniziative culturali, lo scambio di idee, esperienze e conoscenze in tutti i settori della musica. L’Associazione potrà promuovere fra i soci attività ricreative e di servizi, organizzate per favorire la maggiore conoscenza ed integrazione sociale fra di loro.

L’Associazione ha per oggetto:

  1. la realizzazione di corsi didattici aperti a tutti gli associati, corsi di formazione professionale e di aggiornamento per gli insegnati delle scuole di ogni ordine e grado sia pubbliche che private, convegni, studi ed incontri di scambio fra gli operatori del settore ed esponenti esterni allo stesso ma interdipendenti;
  2. manifestazioni di qualsiasi tipo quali concerti, rassegne, festival, scambi con l’estero, progetti speciali anche al di fuori del consueto quadro istituzionale purché presentino il carattere dei requisiti qualitativi necessari alla progettazione ed alla realizzazione dell’attività prefissata;
  3. iniziative intese alla maggiore diffusione ed incremento del suo intento istituzionale, con particolare riguardo all’attività sul territorio che andranno a costituire rapporti privilegiati allo scopo di promuovere la cultura in genere con l’Unione Europea, Ministeri, Regioni, Province, Comuni ed Enti locali.

L’Associazione, onde raggiungere gli scopi di cui sopra, potrà realizzare video, film, dischi, pubblicazioni, spettacoli di arte varia, incontri ed eventi fra i soci nonché ogni altro mezzo e strumento adeguati a far conoscere la propria immagine e promuovere le proprie iniziative.

Articolo 4

Il numero dei soci è illimitato. Possono essere ammessi come soci i cittadini italiani e stranieri residenti in Italia, interessati ai fini istituzionali sia personalmente che per conto di minori di cui abbiano la patria potestà, da avviare ai percorsi didattici, musicali e culturali perseguiti dall’Associazione, nell’ambito di corsi speciali per l’insegnamento musicale rivolto ai bambini, ai ragazzi e ai giovani. La qualifica di socio ordinario si perde automaticamente, se entro la data stabilita dal Consiglio Direttivo per il versamento della quota associativa annuale il socio ordinario non abbia provveduto al versamento, intendendo questo come la mancanza di interesse delle stesso al raggiungimento dello scopo associativo e la mancanza di interesse alle iniziative promosse dall’Associazione.

I soci si dividono in:

  • SOCI FONDATORI
    Sono soci fondatori coloro che hanno sottoscritto l’atto costitutivo.
  • SOCI ONORARI
    Sono soci onorari quelle personalità che per i loro meriti ed il loro interesse verso le finalità inerenti l’Associazione sono ritenute dal Consiglio Direttivo degni di tale nomina.
  • SOCI ORDINARI
    Sono soci ordinari coloro che desiderano partecipare all’attività dell’Associazione ed usufruire delle medesime. Possono far parte dell’Associazione oltre le persone fisiche anche Enti Pubblici e Privati.
  • SOCI PROMOTORI
    Sono soci promotori quelle personalità ed Enti che hanno promosso la nascita dell’Associazione e che per questo godranno di un particolare riconoscimento, individuato e definito dal Consiglio Direttivo dell’Associazione e comunque commisurato ai loro meriti ed il loro interesse. Non possono essere ammessi altri Soci con detta qualifica senza il consenso unanime di tutti i soci dell’Associazione.
    Attualmente detta qualifica è ricoperta solo ed esclusivamente dalla Fondazione Italiana della Musica Antica della Società Italiana del Flauto Dolce, con sede in Roma

Articolo 5

L’ammissione di soci ordinari è deliberata, su domanda del richiedente, dal Consiglio Direttivo. La quota di ammissione è intrasmissibile e non è rivalutabile ed è espressamente esclusa la temporaneità della partecipazione alla vita associativa. In qualsiasi caso di cessazione del vincolo associativo, l’associato non può chiedere il rimborso della quota associativa già versata, ne l’assegnazione di parte del patrimonio dell’Associazione.

Articolo 6

Il patrimonio dell’Associazione è costituito dalle quote associative annuali e dalle quote di iscrizione alle attività organizzate dall’Associazione per i soci, determinate annualmente dal Consiglio Direttivo, nonché da elargizioni volontarie, contributi e sovvenzioni da Enti Pubblici e Privati e da quanto contemplato dall’art. 37 del Codice Civile.

Articolo 7

Gli organi dell’Associazione sono:

  • l’Assemblea dei Soci;
  • il Consiglio Direttivo;
  • il Presidente;

Articolo 8

L’Assemblea dei Soci è il momento fondamentale di confronto, atto ad assicurare una corretta gestione dell’Associazione ed è composta da tutti i soci fondatori e dai soci ordinari maggiorenni, ognuno dei quali ha diritto ad un voto, qualunque sia il valore della quota. Possono parteciparvi anche i soci onorari e promotori, ma entrambi partecipano solo con voto consultivo. Essa è convocata almeno una volta all’anno in via ordinaria, ed in via straordinaria quando sia necessaria o sia richiesta dal Consiglio Direttivo o da almeno un decimo degli associati. In prima convocazione l’assemblea ordinaria è valida se è presente la maggioranza dei soci, e delibera validamente con la maggioranza dei presenti; in seconda convocazione la validità prescinde dal numero dei presenti. L’assemblea straordinaria delibera in prima convocazione con la presenza e col voto favorevole della maggioranza dei soci e in seconda convocazione la validità prescinde dal numero dei presenti e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

La convocazione va fatta con avviso pubblico affisso all’albo della sede almeno 15 giorni prima della data dell’assemblea. Delle delibere assembleari deve essere data pubblicità mediante affissione all’albo della sede del relativo verbale.

Articolo 9

L’Assemblea ordinaria ha i seguenti compiti:

  • elegge il Consiglio Direttivo,
  • approva il bilancio consuntivo;
  • approva il regolamento interno.

L’assemblea straordinaria delibera sulle modifiche dello Statuto e l’eventuale scioglimento dell’Associazione. All’apertura di ogni seduta l’assemblea elegge un presidente ed un segretario che dovranno sottoscrivere il verbale finale

Articolo 10

Il Consiglio Direttivo è composto da minimo di 3 fino a un massimo di 9 membri, eletti dall’Assemblea fra i propri componenti. I membri del Consiglio Direttivo durano in carica 3 anni.
Il Consiglio Direttivo può essere revocato dall’assemblea ordinaria con la maggioranza di 2/3 dei soci.

Articolo 11

Il Consiglio Direttivo è l’organo esecutivo dell’Associazione Scuola Sylvetro Ganassi. Si riunisce in media 2 volte all’anno ed è convocato da:

  • il Presidente;
  • da almeno 2 dei componenti, su richiesta motivata;
  • su richiesta motivata e scritta di almeno il 30% dei soci.

Il Consiglio Direttivo ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione.
Nella gestione ordinaria i suoi compiti, elencati a titolo esemplificativo, sono:

  • predisporre gli atti da sottoporre all’Assemblea dei Soci;
  • formalizzare le proposte per la gestione dell’Associazione;
  • elaborare il bilancio consuntivo che deve contenere le singole voci di spesa e di entrata relative al periodo di un anno;
  • stabilire gli importi delle quote annuali per i Soci Fondatori e per i Soci Ordinari;
  • approvare le ammissioni dei nuovi soci e deliberare in merito alle loro eventuali dimissioni;
  • prendere provvedimenti, anche di espulsione, nei confronti dei soci che contravvengano alle norme del presente Statuto. Di ogni riunioni deve essere redatto verbale da affiggere all’albo dell’Associazione.

Articolo 12

Il Presidente, qualora non nominato dall’Assemblea viene eletto dal Consiglio Direttivo, dura in carica tre anni ed è legale rappresentante dell’Associazione a tutti gli effetti. Egli convoca e presiede il Consiglio Direttivo, sottoscrive tutti gli atti amministrativi compiuti dall’Associazione; può aprire e chiudere conti correnti bancari e postali e procedure agli incassi, rilascia quietanze liberatori ad Enti Pubblici e Privati, Banche, Istituti di Credito in genere, Cassa Depositi e Prestiti ed Uffici Postali, stipulare qualsiasi contratto per il raggiungimento degli scopi sociali, effettuare tutte le operazioni eventualmente richieste per accedere a finanziamenti pubblici e privati. Egli è inoltre può intestarsi autorizzazioni e licenze amministrative, per conto dell’Associazione, qualora necessarie allo svolgimento della attività sociale.
Inoltre il Presidente convoca il Consiglio Direttivo a mezzo di telegramma, raccomandata o altro mezzo di cui possa essere certificata la ricezione almeno cinque giorni prima della data fissata per la riunione. Per i casi di particolare urgenza potrà convocare i consiglieri verbalmente o telefonicamente almeno due giorni prima della data fissata per la riunione. Potrà inoltre conferire ai soci procura speciale per la gestione di attività varie, previa approvazione del Consiglio Direttivo.

Articolo 13

Tutte le cariche elettive sono gratuite.

Articolo 14

L’esercizio sociale và dal primo Settembre di ogni anno al 31 Agosto di quello successivo.

Articolo 15

Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’assemblea straordinaria. Il patrimonio residuo dell’ente deve essere devoluto ad associazioni con finalità analoghe o per fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3, comma 190 della legge 23.12.96, n. 662.

Articolo 18

Per quanto non previsto nel presente Statuto, valgono le norme del Codice Civile in materia.

Letto approvato e sottoscritto.

Francesco Maschio
Roberta Mazza
Armando Pinci
Chiara Pontecorvo
Ludovica Scoppola

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi